PROGETTI AD ELEVATO POTENZIALE DI SVILUPPO

Incontriamo Anna Gervasoni direttrice di AIFI, l’Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital, che si occupa da oltre vent’anni di investimenti in aziende attraverso l’assunzione, la gestione e lo smobilizzo di partecipazioni in società prevalentemente non quotate.
Nel 2008, nonostante la crisi economica, gli investimenti non si sono fermati, anzi hanno avuto un incremento del 30%. <br>


Nel libro che ha curato ci conferma che gli: “Studi realizzati sia in Europa che negli Stati Uniti hanno evidenziato che non solo le imprese partecipate da investitori di rischio registrano performance nettamente superiori rispetto ai risultati economici-finanziari raggiunti da imprese simili non entrate in contatto con questo tipo di operatori, ma anche che questi investimenti hanno contribuito allo sviluppo del sistema imprenditoriale, creando nuovi posti di lavoro o incentivando le esportazioni.”
Gervasoni mantiene l’ottimismo nonostante non sottovaluti la crisi economica, perché crede nelle capacità degli imprenditori italiani. Un buon progetto si riconosce dal suo elevato potenziale.
Non resta che crederci e provare.

Monica Onore


Nel libro “Venti anni di private equità”, i dati, i protagonisti, i casi di successo
a cura di Giampio Bracchi, Anna Gervasoni
Edizione Egea
<br>
Nella video-intervista:
– gli “stacchi musicali” sono tratti da “Oleo Bingo Game1″ di Recordkicks e Sounday;
– i “tagli” biciclette dei critical mass