TOUCH WINDOW – interagire col monitor ovunque

Durante la rassegna stampa televisiva e radiofonica succede spesso che tra la lettura di un articolo e l'altro venga emesso un suono tipico, prodotto dal voltare la pagina: se i microfoni sono sensibili risulta poco gradevole.
Molte redazioni, soprattutto in televisione, hanno modificato questa prassi con la lettura dei quotidiani direttamente in formato PDF, rendendo inoltre più pratica la ricezione delle pagine.
Negli ultimi mesi però le rassegne stampa si sono evolute sotto l'aspetto della presentazione.

Attualmente la soluzione più innovativa è lo schermo sensibile al tatto e la gestione dei contenuti attraverso pannello di controllo presente solo sul monitor del giornalista. A sviluppare due prodotti analoghi e ugualmente interessanti sono Auriga e Pixart attraverso il marchio TouchWindow.
Ad esempio per per dare una scorsa alle testate, il giornalista seleziona una miniatura e la porta in primo piano, per poi evidenziare e ingrandire gli articoli da leggere.

Pratico e veloce, questo metodo perde un po' del fascino dato dalla presenza del giornale cartaceo, ma col tempo diventerà prassi, aiutato probabilmente dal percorso sempre più marcato con cui i giornali si dirigono verso l'abbandono della carta (ogni giorno importanti giornali dichiarano un futuro solo digitale e le redazioni fondono i confini tra edizione cartacea e online, come nel caso de el Pais, come segnalato dal Sole24Ore del 22 gennaio, pg.41)

La comodità della gestione di contenuti grafici senza l'ausilio del mouse è evidente soprattutto in altri casi. Per le previsioni del tempo e le cronache sportive, in particolare calcio, sono state pensate soluzioni che sostituiscono il posizionamento di magneti con icone azionabili in punta di dito, rendendo facilissimo creare animazioni, efficaci soprattutto per le azioni sportive

TW[1] TouchWindow inoltre integra l'idea dello schermo sensibile con la videoproiezione su vetrate, su queste è presente un pannello che registra i movimenti della mano, rendendo quindi la vetrina interattiva.

Un mercato fiorente che tra sviluppo della soluzione e personalizzazione vede collaborare aziende che così facendo integrano approcci complementari, come quello tecnico e progettuale. Per esempio alcune delle soluzioni descritte vengono pensate e commercializzate dalla milanese 3G Electronics, attiva dal 1969 nel mercato delle soluzioni IT, attraverso un team di 6 collaboratori e un fatturato di circa 2 milioni di Euro.



Marco Lanza


….

www.touchwindow.it
www.aurigagroup.it

.

Commenti

Touch Window ® realizza il primo LCD Multitouch di grande formato. Un potente monitor touch capace di rilevare fino a 32 tocchi delle dita contemporaneamente. Il monitor, 14 cm circa di spessore, può essere integrato su strutture pre-esistenti, tavoli o mobili per creare una vera e propria postazione multimediale. Grazie alla funzionalità multitouch è la soluzione ideale per condividere informazioni, immagini, progettare, giocare e pianificare. Nessun sistema di video-proiezione, nessuna telecamera! http://www.touchwindow.it